Effettuato il pagamento viene rilasciata un ricevuta riepilogativa di tutti i voucher che sono stati pagati al prestatore.
E possibile riscuotere i Buoni Lavoro da parte dei prestatori entro 2 anni dal giorno dellemissione.
Committente Persona Non Fisica: la restituzione delle somme può essere richiesta esclusivamente da un soggetto dotato del potere di rappresentare il Committente (Rappresentante legale, Curatore, Amministratore, Procuratore) e deve essere acquisita la documentazione che ne attesti la qualità.Se il Committente non utilizza i buoni lavoro acquistati entro il, può chiedere il rimborso presso le sedi dell'inps.Committente Persona Fisica: la restituzione delle somme può essere richiesta esclusivamente dal Committente o da soggetto dotato del potere di rappresentarlo (Tutore, Curatore, Amministratore di sostegno, Procuratore, Rappresentante legale).Nel caso di Procuratore, va acquisita copia della procura.Per ottenere il rimborso non è necessario presentare i Voucher o le ricevute di vendita in ufficio postale.Per una migliore navigazione del sito, scarica la versione più recente.Prima di effettuare il pagamento l'operatore dell'ufficio postale controlla che i dati del prestatore corrispondano a quanto dichiarato dal Committente. .



La novità è lassenza del cartaceo: si aprirà oggi sul sito dellInps, nella sezione Prestazioni Occasionali, la piattaforma web che consentirà di attivare i voucher.
La restituzione delle somme ai Committenti sarà effettuabile, a partire dal.
Il datore di lavoro deve provvedere a registrare se stesso e il lavoratore, versare la provvista attraverso il modello F24 o pagamento elettronico (anticipare cioè le somme necessarie al pagamento dei salari delle persone che intende impiegare) e comunicare lavvenuto svolgimento della prestazione lavorativa.
Atteso oggi il debutto dei nuovi voucher e del libretto famiglia, introdotti dalla manovra destate (decreto legge 50, convertito dalla legge 96/2017 per colmare il vuoto normativo lasciato dai vecchi voucher, abrogati il 17 marzo scorso.
Contratto di prestazione occasionale (Cpo) e del Libretto di famiglia (LF i nuovi voucher che sostituiscono quelli aboliti il 17 marzo.Se ne accetti l'uso continua a navigare sul nostro sito.Nei casi in cui il buono lavoro non risulti pagabile, il prestatore deve rivolgersi alla coupons buoni spesa sede inps.I nuovi voucher, da oggi utilizzatori e prestatori dei nuovi voucher potranno registrarsi attraverso il sito Inps appositamente istituito o tramite contact center: è infatti operativa la piattaforma telematica dellinps per lutilizzo del.I nostri cookie di profilazione e quelli installati da terze parti ci aiutano a migliorare i nostri servizi online anche per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.Per le ore successive il compenso è fissato dalle parti ma non può essere ancora una volta inferiore ai 9 euro lora.

A differenza dei vecchi voucher, il nuovo contratto di prestazione occasionale non ha solo tetti economici, ma anche una normativa piuttosto stringente che lo avvicina ai normali contratti di lavoro.
I tetti annui di compenso sono.000 euro per ciascun prestatore cumulando anche più datori di lavoro,.000 euro per datore di lavoro considerando la totalità dei lavoratori,.500 euro nel caso che ogni prestatore lavori per il medesimo utilizzatore.
Voucher, compenso minimo, qualunque sia la durata della prestazione lavorativa il compenso minimo giornaliero non può essere inferiore a 36 euro (corrispondenti al pagamento di quattro ore).


[L_RANDNUM-10-999]